USERNAME

PASSWORD

ricordami
Password dimenticata?
iscriviti alla newsletter di promote design
bacheca varie ed eventuali

PROGETTI >> REALIZZATI

TERZO MILLENNIO

TERZO MILLENNIO

PROGETTISTA: Maurizio Bradaschia

  • Anno: : 2010
  • Categoria: : SPAZI URBANI
  • Committente: : concorso
  • Visto: 502 VOLTE
DESCRIZIONE: I progetti si caratterizzano, nei diversi contesti, su registri diversi. I luoghi, i contesti, le città trattate rappresentano sviluppati, estremi,...
I progetti si caratterizzano, nei diversi contesti, su registri diversi. I luoghi, i contesti, le città trattate rappresentano sviluppati, estremi, paradigmatici casi studio di città come frontiera della modernità globalizzata. La forma urbis: è fondata sulla dialettica fra l’organizzazione regolare cartesiana propria del damier storico di tanti insediamenti coloniali e non, e il labyrinthe , che caratterizza invece quelli spontaneamente sorti, frutto di apporti culturali autoctoni, spesso molto antichi e, alla Guadalupe come in Nigeria, in contrapposizione al disegno urbano dei governi di origine europea. I due modelli convivono all’interno del progetto e determinano, con la loro inclusiva interazione, il capovolgimento di quella pedagogica “esclusione” dal territorio e dal contesto naturale che era posta a fondamento dell’urbanistica e quindi della vita stessa delle città coloniali. La percezione dei luoghi: consente di modificare radicalmente la definizione degli spazi di connessione, delle infrastrutture, della “strada”, provocando un processo di modificazione che, con la sua forza catalizza l’attenzione e neutralizza o per lo meno rende secondaria l’assenza di qualità del tessuto preesistente. L’energia del progetto architettonico consente la stratificazione di un sistema complesso di funzioni e di attività interagenti tra loro tipiche della città contemporanea. La dimensione simbolica e metaforica ne configura la forma come un colossale totem orizzontale, una porta urbana posta in uno dei punti di transizione fra aree più apertamente periferiche e aree più densamente urbanizzate. La proiezione infrastrutturale propone una riorganizzazione dei flussi, un nuovo rapporto fra la strada e il quartiere, una nuova interazione fra una struttura di connessione metropolitana ed il tessuto architettonico.



  • facebook
  • twitter
  • pinterest
  • youtube
  • youtube

IN PARTNERSHIP CON
Fausto Lupetti Editore
Mug Magazine
Treneed.com
Clappet.com
Artistar
Exibart
Viscom
Revista Atelierul
Arredativo
Design Daily..
Poli.Design
FoodTrip and More
Reshape
Dettagli home Decor
AND
Crisalide - Chi è chi
Farm Cultural Park
Architettare.it
Allestire
Milano Arte Expo
Fine To Design

©2011 Promote Design. Tutti i diritti sono riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di PromoteDesign.it Ulteriori informazioni