USERNAME

PASSWORD

ricordami
Password dimenticata?
iscriviti alla newsletter di promote design
bacheca varie ed eventuali

PROGETTI >> REALIZZATI

ABITARE I TIFATINI

ABITARE I TIFATINI

PROGETTISTA: Maurizio Bradaschia

  • Anno: : 2010
  • Categoria: : SPAZI URBANI
  • Committente: : workshop
  • Visto: 522 VOLTE
DESCRIZIONE: Si tratta del progetto redatto con un gruppo di giovani studenti napoletani a Caserta, durante un workshop tenutosi nel mese di marzo del...
Si tratta del progetto redatto con un gruppo di giovani studenti napoletani a Caserta, durante un workshop tenutosi nel mese di marzo del 2009. L’area di progetto, situata a Maddaloni, alla periferia della città, non si caratterizza per un edificato particolarmente qualificato. Si presenta pianeggiante, con edificazioni disperse sul territorio e prive di elementi di pregio. Il paesaggio, in senso lato, l’orografia del terreno circostante e, in particolare, la presenza quasi incombente dei colli retrostanti, i monti “Tifatini”, costituiscono l’immagine più forte del contesto, acuita dai terrazzamenti delle cave di calcare. Elemento ulteriore caratterizzante il contesto, anche se non percepibile immediatamente, è costituito dalla presenza/immanenza delle centuriazioni romane e dal tracciato della via Appia antica. Su queste tre presenze è impostata l’idea del progetto che vuole, attraverso la loro evidenziazione, proporre una nuova centralità urbana facendo riferimenti agli elementi storico-naturali di Maddaloni. La scelta operata dal progetto è stata quella di demolire tutto l’edificato presente, non ritenuto rilevante, per proporre un nuovo sistema insediativo capace di ri-generare il territorio nel suo complesso. Cinque edifici in linea che si intersecano interpretando le preesistenze segniche e contribuiscono a creare un nuovo paesaggio urbano. La zona di espansione, con un indice fondiario approssimabile a 1,5 mc/mq, cerca di proporre un recapito urbano rilevante, un polo di aggregazione per l’abitato di Maddaloni. I dati dello stato di fatto e di progetto superficie del lotto: 102.000 mq c.a destinazioni d’uso: - residenziale - istruzione, cultura, attività sociali,attività amministrative - parco, gioco, sport Relativamente al residenziale è stata prevista la realizzazione di 1.800 mq destinati ad alloggi della dimensione di 45 mq (n. 40 alloggi), 4.500 mq destinati ad alloggi di 75 mq (n. 60 alloggi), 9.000 mq destinati ad alloggi di 90 mq (n. 100 alloggi), per un totale di superficie utile netta di 15.300 mq, approssimabili ad una superficie lorda di 20.000 mq. Gli alloggi sono stati progettati in tre diverse tipologie: gli alloggi da 45 mq sono costituiti da un atrio/soggiorno vano cottura di c.a 18 mq, da una camera doppia di 14 mq disimpegnata e da un bagno. Gli alloggi da 75 mq sono costituiti da un ingresso soggiorno, una cucina abitabile, due camere e 2 bagni. Gli alloggi da 90 mq contano lo stesso numero di vani con dimensioni maggiori per la zona giorno. L’edificato, riconducibile dal punto di vista estetico percettivo all’orografia dei monti Tifatini, propone tre elementi a sezione variabile sia in pianta che in alzato, della larghezza di 12-14 ml e di un altezza non superiore a 12-15 ml. Un edificato orientato parallelamente al tracciato dell’Appia antica ospita le funzioni civili: commerciale, direzionale, istruzione, cultura, attività sociali e amministrative. I tre corpi di fabbrica retrostanti, sono occupati, ai piani terra, da attività commerciali e ricettive, ai piani superiori da residenziale. Il quarto, più corto, ospita il nuovo edificio destinato alle attività amministrative del Comune ed è riconoscibile, nel nuovo paesaggio antropizzato, dalla presenza di una torre. Lungo il fronte strada, provenendo dall’abitato residenziale di San Marco Evangelista, l’edificato, separato dalla strada da una piazza, ospita le funzioni prevalentemente pubbliche: attività amministrative e sociali. Il suo prolungamento, verso est, accoglie le altre funzioni a carattere collettivo: istruzione, cultura, oltre alle attività commerciali a servizio dell’intero abitato di Maddaloni. Antistante a quest’ultimo corpo di fabbrica, un parcheggio di circa 7.000 mq capace di garantire il soddisfacimento degli standard per i parcheggi sia pertinenziali che di relazione, è ricoperto da un parco la cui orografia riprende quella delle colline antistanti. Le aree esterne sono impostate geometricamente sul grigliato del sistema cardo/decumano che, da pavimentato in lastricato di pietra naturale, dirada via via per divenire parco naturale la cui orografia, ancora collinare, cela il campo sportivo realizzato a sud est dell’area. Un sistema di percorsi sia liberi che geometrici, completano la costruzione dello spazio aperto arricchito dalla piantumazione di una grande quantità di essenze arboree.



  • facebook
  • twitter
  • pinterest
  • youtube
  • youtube

IN PARTNERSHIP CON
Fausto Lupetti Editore
Mug Magazine
Treneed.com
Clappet.com
Artistar
Exibart
Viscom
Revista Atelierul
Arredativo
Design Daily..
Poli.Design
FoodTrip and More
Reshape
Dettagli home Decor
AND
Crisalide - Chi è chi
Farm Cultural Park
Architettare.it
Allestire
Milano Arte Expo
Fine To Design

©2011 Promote Design. Tutti i diritti sono riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di PromoteDesign.it Ulteriori informazioni