USERNAME

PASSWORD

ricordami
Password dimenticata?
iscriviti alla newsletter di promote design
bacheca varie ed eventuali

PROGETTI >> REALIZZATI

GASOMETRO BROLETTO TS

GASOMETRO BROLETTO TS

PROGETTISTA: Maurizio Bradaschia

  • Anno: : 2010
  • Categoria: : UFFICIO / LAVORO / CONTRACT
  • Committente: : Trieste Trasporti
  • Visto: 1187 VOLTE
DESCRIZIONE: La proposta progettuale per il Gasometro di Broletto è inserita all’interno di una generale riorganizzazione delle aree denominate Broletto e...
La proposta progettuale per il Gasometro di Broletto è inserita all’interno di una generale riorganizzazione delle aree denominate Broletto e Broletto 2 ed è finalizzata alla razionalizzazione delle attività della Trieste Trasporti Spa. Razionalizzazione che prevede l’accorpamento complessivo dei parcheggi (180 autobus) e dei servizi correlati (lavaggio, rifornimento, centro radio, ecc.) in area Broletto 2, e l’accorpamento della totalità degli uffici, degli spazi di relazione e di servizio in area Broletto. Nello specifico il progetto intende realizzare all’interno dell’ex Gasometro una “palazzina” direzionale prestigiosa inserita in un contesto ridisegnato e finalizzato a risolvere le necessità dell’azienda trasportistica. Il progetto è finalizzato al recupero del manufatto storico nel rispetto delle sue caratteristiche architettoniche e prevede il mantenimento delle volumetrie e delle caratteristiche originarie dell’organismo edilizio, attraverso il recupero filologico dei partiti architettonici e complessivamente dell’involucro edilizio. Al restauro previsto per l’impianto originario, è accostata la realizzazione di una architettura interna autonoma (impostata su micropali di fondazione), in acciaio, vetro e calcestruzzo, architettonicamente non invasiva, destinata ad accogliere, oltre alla totalità degli uffici della Trieste Trasporti, anche spazi ad uso pubblico e ricreativo. E’ previsto il ri-disegno complessivo delle aree esterne che vengono concepite come aree a verde e parcheggi e spazi di servizio. Un’architettura ipogea ricoperta da un tetto giardino (ipotizzata a completamento dell’intervento ma non prevista nella proposta di poject financing) fruibile anche dai cittadini, è destinata ad ospitare spazi per la ristorazione (mensa per gli impiegati della Trieste Trasporti e della AcegasAPS) e per la ricreazione. Il Gasometro funge, in tale nuova organizzazione spaziale, da elemento ordinatore e da fulcro del sistema. All’interno dello stesso, come sopra riportato, viene inserito un nuovo organismo edilizio, non in aderenza all’edificio storico, suddiviso in 7 livelli (2 dei quali, quello interrato e l’ultimo previsti quale opzione successiva), dei quali 3 destinati ad attività di pubblico utilizzo (aree espositive, una sala conferenze, un bar e spazi per servizi), 3 ad uffici, uno a tetto giardino coperto ospitante anche un bar ristorante ad uso Trieste Trasporti. La copertura, impostata sull’orditura portante originaria, viene realizzata parzialmente in vetro per rendere possibile la penetrazione della luce sino al primo livello grazie a due “pozzi di luce” “architettonici” ad andamento circolare che consentono l’illuminazione dei singoli piani. L’accessibilità agli spazi è differenziata a seconda dell’utenza. Sono previsti tre luoghi di accesso principali, a servizio degli impiegati e dirigenti della Trieste Trasporti, a servizio degli utenti della stessa società (uffici aperti al pubblico) e a servizio dei cittadini che fruiranno degli spazi dedicati alla collettività. Dal punto di vista distributivo sono previste le seguenti destinazioni d’uso: - al livello 0 (parzialmente interrato verso via D’Alviano ipotizzato realizzato successivamente e comunque non previsto nella proposta di project financing) sono collocati i vani tecnici e locali deposito e archivio; - al livello 1, accessibile dall’interno dell’area Broletto, una zona espositiva e parte della sala conferenze, un bar/ristorante, un magazzino, il guardaroba, servizi igienici e il sistema dei collegamenti verticali dedicati agli uffici (dotati di n accesso autonomo); - al livello 2, accessibile direttamente da via D’Alviano, gli uffici aperti al pubblico della Trieste Trasporti (URP, ufficio tariffazione, ufficio oggetti smarriti, protocollo), e gli uffici di Trieste Trasporti destinati al “Controllo di Gestione”, all’”Informatica e Tecnologie”, alla “Direzione di Esercizio”; - al livello 4, sempre uffici di Trieste Trasporti destinati ad “Outsourcing”, “Direzione Commerciale”, “Direzione Risorse Umane e Organizzazione”, “Trenovia”, una lounge di piano con caffetteria; - al livello 5, gli Uffici dell’Amministrazione Delegato, la Direzione Generale, la Direzione Amministrativa, gli Affari Generali, il “Sistema Qualità”, una lounge di piano con caffetteria; - al livello 6, l’ultimo (ipotizzato realizzato successivamente e comunque non previsto nella proposta di project financing), anch’esso coperto, ma con vista panoramica sulla città e il mare, uno spazio a verde, un bar ristorante a servizio degli ospiti della Trieste Trasporti. Il progetto, pur rispettoso della preesistenza, si pone in maniera dialettica con l’edificio storico, ricercando, nell’innovazione tecnologia, la propria ragione d’essere e la congruenza con il contemporaneo. Il progetto stesso rispetta la normativa sovraordinato in materia di abbattimento delle barriere architettoniche e in materia igienico sanitaria.



  • facebook
  • twitter
  • pinterest
  • youtube
  • youtube

IN PARTNERSHIP CON
Fausto Lupetti Editore
Mug Magazine
Treneed.com
Clappet.com
Artistar
Exibart
Viscom
Revista Atelierul
Arredativo
Design Daily..
Poli.Design
FoodTrip and More
Reshape
Dettagli home Decor
AND
Crisalide - Chi è chi
Farm Cultural Park
Architettare.it
Allestire
Milano Arte Expo
Fine To Design

©2011 Promote Design. Tutti i diritti sono riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di PromoteDesign.it Ulteriori informazioni